Manutenzione estintori

Garantiamo assistenza con manutenzione ordinaria e straordinaria svolta da personale specializzato di estintori a polvere e CO2 ai sensi della Norma UNI 9994-1:2013

Controllo periodico

Consiste nella esecuzione con periodicità massima di 6 mesi di una verifica dell’efficienza dell’estintore tramite una serie di accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo di estintore con la successiva compilazione del cartellino di manutenzione.
Deve essere controllata la completa e corretta funzionalità dell’estintore senza però procedere a prove di funzionamento.

Revisione programmata

Consiste nella esecuzione di una serie di accertamenti ed interventi per verificare e rendere perfettamente efficiente l’estintore. Interventi elencati all’art. 5.3 della UNI 9994:2003:

  • esame interno dell’apparecchio;
  • controllo funzionale di tutte le parti;
  • controllo dei componenti; pescante, tubi flessibili, ugelli e di tutte le sezioni di passaggio;
  • sostituzione dei dispositivi di sicurezza, se presenti;
  • sostituzione dell’agente estinguente;
  • sostituzione delle guarnizioni;
  • sostituzione della valvola erogatrice per gli estintori a biossido di carbonio;
  • rimontaggio dell’estintore in perfetto stato di efficienza;
  • controllo degli assali e delle ruote se presenti.

La frequenza con cui eseguire le operazioni previste per la fase di revisione sono:

  • estintori a polvere: 36 mesi (3 anni)
  • estintori a CO2: 60 mesi (5 anni)
  • estintori a schiuma: 18 mesi

La frequenza parte dalla data di prima carica dell’estintore.

Collaudo

Consiste in una misura di prevenzione atta a verificare la stabilità del serbatoio o della bombola dell’estintore in quanto facente parte di apparecchi a pressione. In occasione del collaudo dell’estintore (sia portatile che carrellato) la valvola erogatrice deve essere sostituita. La data del collaudo deve essere riportata all’interno e all’esterno dell’estintore.
La periodicità del collaudo è:
– estintori a CO2: frequenza stabilita dalla legislazione vigente in materia di gas compressi e liquefatti, attualmente 10 anni;
– altri estintori non conformi alla Direttiva 97/23/CE (cioè non marcati CE): 6 anni
– altri estintori conformi alla Direttiva 97/23/CE (cioè marcati CE): 12 anni
La data di collaudo e la pressione di prova devono essere riportate sull’estintore in modo ben leggibile, indelebile e duraturo.

Manutenzione straordinaria

La manutenzione straordinaria si attua durante la vita dell’estintore, ogni qual volta le operazioni di manutenzione ordinaria non siano sufficienti a ripristinare le condizioni di efficienza dell’estintore. La manutenzione straordinaria va a disciplinare, quindi, tutti quegli interventi – aggiuntivi rispetto alle verifiche “ordinarie”– attuati per garantire l’effettivo mantenimento dell’efficienza e dell’efficacia dell’estintore.